Logo PON (fse+fesr)

logo prim sec logo2europa  Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca  logo miur
ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “G. MELODIA”
Infanzia - Primaria - Secondaria di I grado ad indirizzo musicale
via G. Bruno, 22 - CAP 96017 - NOTO (SR) Tel. 0931/835052 -1849852 Fax 0931.573273 C.F. 83001070891 e-mail : sric85600d@istruzione.it  pec: sric85600d@pec.istruzione.it

Primo meeting Erasmus Plus KA2: “European citizenship - cultural, historical, economic, lingual, and political dimensions” a Caldas da Rainha- Portugal (10-16 novembre 2019)

erasmus portogallo 11 2019Ancora con gli occhi e la mente volti ai magnifici luoghi e alle bellissime esperienze vissute insieme ai partner portoghesi(Caldas da Rainha), rumeni(Oradea), greci,(Tessaloniki), tedeschi(Leer) e spagnoli(Almeria), eccoci qui a raccontare come si è svolta questa intensa settimana Erasmus, che ha aperto il nostro progetto, nella cittadina di Caldas da Rainha in Portogallo dove i ragazzi hanno parlato di cultura europea.
Questo progetto è nato dall’idea di dare ai nostri studenti una visione completa della situazione attuale dell’Europa in vista anche dei focolai nazionalisti e xenofobi che si diffondono un po’ in tutte le sue nazioni. I ragazzi delle sei nazioni, infatti, partendo dalle origini dell’Europa, parleranno di cultura, di storia, di economia, di politica, non tralasciando le lingue. E ciò permetterà ad essi di comprender quali potrebbero essere le strade da intraprendere per contribuire alla creazione di una grande Europa unita, aperta a tutti e in grado di dare ai giovani un futuro migliore.
Quindi, giorno 10 novembre 2019 siamo partiti dall’aeroporto di Catania alle 10:35 alla volta di Lisbona dove siamo arrivati alle 14:20 dopo una breve sosta a Bordeaux. Il gruppo italiano era formato da sei studenti della nostra scuola media secondaria, Baratto Giulio 3D, Brundo Frida 3E, Iurato Salvatore 3D, Leandri Andrea 3E, Santoro Charis 3C, Rau Viviana 3C, la Dirigente Dott.ssa Antonella Manganaro e me, prof.ssa Daniela Auditore, coordinatrice del progetto. Al nostro arrivo all’aeroporto di Lisbona siamo stati accolti dai due colleghi portoghesi e da tutti gli altri partner arrivati prima di noi e, dopo aver atteso che i partner rumeni arrivassero, siamo saliti sullo shuttle che ci ha portato a Caldas.

Caldas da Rainha è una cittadina di circa 50.000 abitanti, 90 km a nord di Lisbona e a circa 8 km dall’oceano Atlantico. Il nome “Caldas da Rainha” è stato escogitato secoli fa dalla regina D. Leonor del Portogallo nel Quattrocento, rifacendosi alla varietà di stazioni termali che sfruttavano le virtù delle acque sorgive, e significa letteralmente “terme della regina”, questa città infatti ospita la più antica stazione termale dell’Europa occidentale. Essendo vicina al mare, Caldas è anche una località balneare dotata di spiagge dove le onde del l’oceano che vi si abbattono impetuose, consentono di praticare sport acquatici estremi.
Inoltre a Caldas esiste da secoli una fiorente produzione di ceramiche da parte degli artigiani locali, di cui si può trovare traccia anche negli antichi palazzi o nei conventi.
All’arrivo a Caldas, i ragazzi erano attesi dalle famiglie portoghesi e dopo le presentazioni di rito, ogni ragazzo è andato via con la famiglia ospitante.
Lunedì 11 novembre ciascun gruppo delle sei nazioni ha presentato la propria scuola, la propria città, soffermandosi non solo sugli aspetti educativi della propria nazione ma anche su quelli economici, sulle infrastrutture, la lingua, la flora, la fauna, il cibo, le attività del tempo libero, il turismo, gli aspetti geografici e il clima. I nostri ragazzi se la sono cavata molto bene, esponendo la propria presentazione con competenza e utilizzando un inglese fluente.
Dopo aver pranzato alla mensa della scuola, le attività sono proseguite dividendo i ragazzi in 6 gruppi formati da 6 studenti, uno per ogni nazione, i quali hanno cominciato a rielaborare le ricerche su cui avevano lavorato nelle proprie scuole. Esse vertevano su quattro argomenti:
1)Le terme con proprietà terapeutiche;
2)I navigatori, gli esploratori, le rotte economiche e le fiere in Europa;
3)Le Università, le Biblioteche e gli Antichi Monasteri;
4) Personaggi Italiani che sono diventati famosi in uno dei paesi partner del progetto Erasmus.
Martedì 12 novembre, tutti i ragazzi, accompagnati dai propri docenti, hanno visitato le terme di Caldas e nel pomeriggio hanno continuato a lavorare sui 4 argomenti.
Mercoledì 13 novembre alle 9:00 siamo tutti andati a visitare Sintra e il suo stupendo Palazzo nazionale con la collezione di bellissime maioliche e il Palazzo Nazionale di Mafra con la sua antica biblioteca.
Giovedì 14 novembre i ragazzi dalle 9 alle 12 di mattina hanno continuato a lavorare sui 4 argomenti, mentre nel pomeriggio i colleghi portoghesi hanno accompagnato tutto il gruppo a visitare Nazaré, il paradiso dei surfisti, São Martinho do Porto e la fiera di dolci nel Convento di Alcobaça.
Infine venerdì i ragazzi delle 6 scuole hanno presentato i cartelloni e le presentazioni sui quattro argomenti concludendo ufficialmente il lavoro di progetto per questo meeting. Essi hanno dimostrato di riuscire a progettare in maniera assolutamente autonoma il percorso attraverso il quale presentare il proprio prodotto finale e lo hanno fatto esprimendosi con un linguaggio appropriato e una pronuncia quasi perfetta. Alle 19:00 tutti i ragazzi si sono rivisti al bowling dove hanno giocato e, dopo avere preso una pizza, si sono salutati prima della partenza.
Sabato 16 novembre tutti gli studenti delle nazioni ospiti hanno preso l’aereo che li ha riportati a casa senza però avere salutato ancora una volta le famiglie ospitanti.
Il prossimo appuntamento vedrà i ragazzi delle sei nazioni riunirsi a Salonicco in Grecia per parlare della storia dell’Europa. Questa prima esperienza ha sicuramente allargato gli orizzonti dei nostri ragazzi ma ha dato anche a noi docenti la possibilità di conoscere altre scuole, con le loro diverse organizzazioni, mezzi e metodologie. Il prossimo appuntamento sarà a maggio 2020 quando ci recheremo a Salonicco nella bellissima scuola greca.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione  "Cookies Policy"